Attenti all’uomo

avvertenzaHo sempre avuto un profondo rispetto per chi ama gli animali. 
La deferenza e il riguardo mostrati nei confronti dei pelosetti è per me uno dei metri di valutazione attraverso cui misuro il mio prossimo.
Se percepisco diffidenza nei confronti degli animali scatta l’allarme rosso e, a meno che non si tratti di paure trasmesse o scaturite dopo esperienze varie, mi metto sul chi va là.
Ultimamente, per vicissitudini di carattere privato, ho cominciato ad osservare meglio, a pormi più domande. 
La mia è una deformazione personale…accidenti, non riesco mai a dare nulla per scontato!! 
Così ho tratto le mie personalissime considerazioni.
Anche se molto spesso l’amore per gli animali è sintomo di un animo più sensibile, non è sempre così!!!
Ci sono le eccezioni.
Mi sono chiesta come può un uomo amare una bestia e al contempo fare del male ad un confratello?
Come può dormire con cani e gatti e poi mostrare saccenza e superiorità nei confronti dei suoi stessi simili?
Ci sono persone che darebbero la vita per il proprio amico a quattro zampe (almeno così amano sbandierare ai quattro venti) e poi sono razzisti, omofobi, e pronunciano le peggiori “bestialità” sui diversi.
E per diverso intendo di pelle nera, o gialla, o di qualsiasi altro colore che non sia il loro; di un gruppo etnico o nazionalità che non sia la loro, che per “perversioni etiche” ritengono sia la “razza perfetta”. 
Per loro i DIVERSI sono gli omosessuali, o chi ha gusti e inclinazioni lontane dalle idee del fantomatico tal dei tali, che reputano NORMALE. 
Ma negli armadi…quanti scheletri!!! 
Son capaci di dire che “I NERI PUZZANO” e che se non vengono su troppo neri allora possono “accettare la loro presenza”, fingendo sorrisi di circostanza anche nei casi in cui per scherzo del destino se li ritrovano come parenti acquisiti.
O addirittura che determinate RAZZE umane dovrebbero sparire bruciate vive per permettere una sorta di pulizia RAZZIALE.
Vorrei aprire una piccola parentesi a supporto della mia teoria.
Anche Adolf Hitler aveva un cane.
Blondi, uno splendido pastore tedesco. L’egregio signore, durante la battaglia di Berlino, prima di darsi la morte, ordinò al suo medico personale di testare su Blondi le pillole di cianuro che gli sarebbero servite per il suicidio.
I soldati dell’Armata Rossa, una volta giunti al bunker, trovarono i corpi privi di vita di Blondi e del suo cucciolo Wolf.
Credo che per Hitler la PRESUNTA passione per i cani sia un prolungamento dell’amor proprio e del bisogno di intimidire gli altri.
E in questo caso, Adolf insegna.
Naturalmente ogni riferimento a chi si riconosce in questo bel quadretto è puramente calcolato.
(E’ che oggi mi sento particolarmente stronza!!!)
A queste persone con il cervello piccolo piccolo, che forse fa pure pena ai propri pelosetti, vorrei ricordare che se non ami la gente in carne ed ossa, se non rispetti “I DIVERSI”(e con rispetto non intendo condivisione, ma accettazione civile di un punto di vista o di un modo di essere diverso dal tuo), non puoi amare gli animali.
Allora come si può definire quel sentimento che lega certi individui alle proprie bestie?
Perchè si fanno ritrarre mentre coccolano i propri cani, se li infilano sotto le lenzuola oppure gli cedono il divano o il ventilatore?
Io la chiamo OSTENTAZIONE.
E il loro non è affetto, ma COMPIACIMENTO.
Il cane rappresenta l’espressione massima di quello che vorrebbero che fossero gli umani al loro cospetto.
Se potessero renderebbero tutti alla stregua di cani e gatti.
Senza libero arbitrio, chiusi nella campana di vetro che, per quanto comoda e confortevole, resta pur sempre una campana!!
Così, nel loro rapporto con l’animale di casa, di cui naturalmente si sentono leader e PADRONI incondizionati, esprimono a pieno la loro TIRANNIA affettuosa, il loro POTERE incondizionato, alimentato dall’amore fedele e devoto del cucciolo di casa.
Non mi meraviglierei se il cane per loro fosse, una tantum, anche il bersaglio delle loro violente frustrazioni, della loro rabbia repressa e del senso di inferiorità di cui inconsciamente soffrono…ma non lo ammetterebbero mai!!

Bene, l’ho scritto, ed è quello che penso.
E se qualcuno si dovesse offendere vuol dire che ho punto nel vivo, che ho centrato il bersaglio.
Ma non vogliatemene, siate pazienti…il modo è bello perchè è vario e in certi casi è davvero una grossa fortuna per l’umanità!!
Ho espresso il mio pensiero, e fino a prova contraria nessuno potrà mai togliermi questa libertà.
Con me certi metodi non funzionano.
I cani si addestrano, le persone si rispettano.

Buona vita e buona luce…e chi ha orecchie da intendere intenda!

Maddalena Costa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...