Sotto la pelle

10301534_10203014618119764_2750182686341547171_n

Maggio piange lacrime di sangue.
La follia è l’unica salvezza in questo ponte reciso da parole mancanti.
Ma resti vigile.
Senti il dolore che come piombo scorre nelle vene
tracciando il solco delle ultime memorie.
Fatte di assenza,
di lucida coerenza.
Ti scavi dentro e lo trovi lì,
sotto la pelle.
Il suo ricordo.
Ti smembra e lacera e tu per riaverti devi prima decomporti.
Lo fai gemendo.
Buia come la notte più nera,
scissa in minuscole schegge sensibili,
taglienti come diamanti.
Basterebbe cedere all’inquietudine per ritrovar la pace nel verde muschiato della tua terra.
Ma hai imparato a vivere. Genuflessa e fiera come un guerriero dopo una battaglia senza vincitori né vinti,
coniughi il tuo verbo all’infinito
e ti ricomponi.
Ma è ancora lì, sotto la pelle.
Amore immenso e ignaro.
Cibo unico…
Il solo capace di saziare la tua indigenza.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...